CONGRESSO DELLA WORLD ASSOCIATION OF SOCIAL PSYCHIATRY- COMUNICATO

 

Comunicato Stampa

Si è concluso a Bucarest il  23° Congresso della Società Mondiale di Psichiatria sociale, (WASP) con la partecipazione di 600 ricercatori di 66 paesi. Sono stati presi in esame da molti interventi le determinati sociali della salute, della salute mentale e dell’accesso alle cure. In particolare sono stati esaminati  i gravi effetti psichiatrici dell’immigrazione  e della globalizzazione, che attraverso lo sradicamento dalle culture d’origine provocano negli immigrati gravi danni alla salute mentale e all’adattamento nelle nuove società, provocando sofferenza e richiedendo un impegno particolare e metodi opportuni per la terapia e la riabilitazione, con un grande carico dei sistemi sanitari e degli psichiatri. Immigrazione e globalizzazione sono apparse patologie sociali da prevenire.

Nel corso della cerimonia introduttiva la WASP ha conferito al prof. Giuseppe R.Brera, la massima onorificenza della Società per il suo contributo allo sviluppo della scienza medica e della medicina e il progresso della psichiatria sociale. Il prof. Brera ha teorizzato nel 1999 la Medicina centrata sulla persona- cambio di paradigma della scienza medica e del concetto di salute- e il metodo clinico centrato sulla persona che si sta diffondendo nel mondo.

———————————————————————————————————————————

The 23° Congress of the World Association of Social Psychiatry,(WASP) held in Bucharest is concluded. 600 psychiatrists from 66 countries  examined  the social determinants of health, mental health and access to care.  Particularly many papers presented the serious problem of the consequences of immigration and globalization on the immigrates’ mental health, evidencing severe problems, great suffering, like post-traumatic stress disorders , behavioral disorders and difficulty in adaptation to new life style styles, because of the loss of the cultural identity  and eradication from the native  cultures. It request a particular endeavour and burden of psychiatrists , health professionals and health systems. It appeared that immigration and globalization are social pathologies to be prevented by countries. At the end of the Congress the Bucharest declaration has been written to involve policy  makers to cope with social problems related to mental health.

In the opening ceremony, the WASP conferred to prof. Giuseppe R.Brera,  the highest WASP honor for his contribution to Medicine, medical science,  and social Psychiatry for the Person-Centered Medicine,   and Person-centered clinical method theories and the teaching procedures realization since 1999, which changed the health,  medical science, medicine, and  medical education paradigms.

The Final Declaration of the Congress: “The Bucharest Declaration”

WASP Bucharest Declaration on Social Well-being and Mental Health Evidence Informed Policies

We, the participants of the 23rd World Congress of Psychiatry, Bucharest, Romania October 25-28, 2019 affirm that social determinants of mental health and access to care needs urgent attentionof policy makers, planners, administrators, mental health professionals and governments of the world.
At this Congress global citizens, service users, families, careers, mental health advocates and professionals with an interest in mental health have come together to express our belief that there is no good mental health in absence of good social, economic and physical environments.
We support the Astana Declaration, confirming the fundamental right of every human being to the enjoyment of the highest attainable standard of health without distinction of any kind. Good mental health care together with good social integration, for service users and their families, are two pillars that contribute to put into practice this fundamental right.
We consider that the conditions in which people are born, grow, develop, live, work and become older are shaped by the distribution of power, political will, and resources at global, national
and local levels. These conditions may contribute to mental disorders onset and course: the social inequalities are associated with increased risk of many common health disorders – including mental
health disorders – and even of premature death.
We also recognize that these mentioned conditions may become a valuable protectiveresource to improve the population global health, and to reduce the risk of mental disorders, ifmanaged properly. For that, actions need to be universal, across the whole of society, and
proportionate to the needs, in order to level the social gradient in health outcomes.
We believe that by acting on the social conditions in which people live it is possible to contribute to promote the person’s dignity, a better subjective mental health and well-being, to build the capacity of communities to manage adversity, and to reduce the burden and consequences of
mental health problems. We also believe that disadvantages because of mental health problems damage the social cohesion of communities and societies by decreasing interpersonal trust, social participation and civic engagement.
We declare that social interventions are crucial for the prevention of mental disorders, and they should be considered in any plan of treatment for these disorders. Social problems and mental health problems are interrelated, and they cannot be solved without collaboration between all
institutions, providers and disciplines of human knowledge, influence and action.
We recognize Social Psychiatry as a branch of Psychiatry concerned with the effects of the social environment on the mental health of individuals as well as the effects of persons with mental disorders on the social environment. Social Psychiatry is specifically focused on the interpersonal and
cultural context of mental disorders and mental well-being.
We support the Alma-Ata and Astana declarations, and professionals working in Social Psychiatry have the right and the duty to participate individually and collectively in the planning and implementation of the mental health care. These professionals have a moral responsibility to speak for patients and their needs, highlight the impact of social inequalities and resulting inequalities as a
result of mental illness, and advocate for those who are most vulnerable and may not have a voice or may not be heard.

WHEREAS, 14% of the global burden of disease is attributed to mental disorders;

 

ACCORDO ENEA UNIVERSITA’ AMBROSIANA PER IL PROGRAMMA DI RICERCA FINALIZZATO ” ANTI MALARIA PROGRAM”

 

L’Università Ambrosiana ha firmato un accordo conl’ENEA per la realizzazione del  programma di ricerca promosso dalla Scuola Medica di Milano: “Antimalaria program” su progetto del prof. Ettore Ruberti e del prof.Giuseppe R.Brera

La malaria è una malattia che uccide  ogni anno centinaia di migliaia di bambino sotto i cinque anni.

Il programma prevede una ricerca sperimentale che cambia il paradigma attuale di ricerca sulla prevenzione della malattia e ne propone uno nuovo ideato dal prof.Ettore Ruberti,   e dal prof.Guseppe R.Brera responsabili della sperimentazione e dell’applicazione.

Se al sperimentazione mostrerà la sua efficacia nel prevenire il contagio, la malaria potrebbe essere debellata.

Il prgramma ha attivato un “crowd-funding”

Il modulo di donazione è reperibile sul sito dell’Università  www.unambro.it

“Donazioni al Centro di ricerca in medicina centrata sulla persona”

 

APERTE LE ISCRIZIONI AL MASTER IN MEDICINA CENTRATA SULLA PERSONA

 

Person Centered Medicine International Program

Dal 2003 il prrimo e unico Master al mondo 

in Medicina centrata sulla persona promosso dalla Scuola Medica di Milano

leader nel mondo nell’insegnamento della Medicina centrata sulla persona

Person-Centered Medicine

INFORMAZIONI GENERALI

Ultimo termine per leiscrizioni: 15 Ottobre 2019

PERSON CENTERED MEDICINE INTERNATIONAL PROGRAM

L’IMPRESSIONANTE RISPARMIO DI SOFFERENZE E SPESE SANITARIE CON LA MEDICINA CENTRATA SULLA PERSONA

Person Centered Medicine International Program

La prima ricerca pubblicata al mondo (2003) sugli effetti clinici della Medicina centrata sulla persona, con l’apprendimento da parte dei medici del “Metodo clinico centrato sulla persona” ha documentato un impressionante risparmio di sofferenze e spese sanitarie, con la diminuzione di prescrizioni di farmaci, esami inutili, ricoveri ospedalieri.

Malgrado questi dati, di cui prima di tutti la Regione Lombardia e poi i vari governi erano informati, le amministrazioni non si sono impegnate coinvolgendo le altre Università e i docenti delle scuole di Medicina generale al grande cambiamanto di paradigma della Medicina , realizzato nel 1998 dalla Scuola Medica di Milano dell’Università Ambrosiana come fu pubblicato e riportato a su Internet :

Manifesto epistemologico della medicina centrata sulla persona

il 13 Ottobre 2017 è stato istituito il cambiamento epistemologico della scienza medica , della Medicina e del concetto di salute nel Congresso internazionale di Milano

Medical science and health paradigm change

I dati sul risparmio di sofferenze e costi e sulla storia della nascita e dello sviluppo della Medicina centrata sulla persona sono disponibili su Internet

Storia della Medicina centrata sulla persona 

I dati sul risparmio delle sofferenze e spese sanitarie  appaiono impressionanti

Effetti dell’insegnamento della Medicina centrata sulla persona

presentati dal prof.Giuseppe R.Brera autore del cambiamento epistemologico della scienza medica, della medicina e del concetto di salute su invito alla Organizzazione Mondiale della Sanità nel 2011

Questo rende improrogabile un adattamento della sanità pubblica

Per questi motivi la Scuola medica di Milano, ha deciso d’iniziare una campagna di formazione in Italia per le Regioni e gli amministratori  della sanità pubblica, perché è intollerabile che alla data malgrado ripetuti solleciti sia al Ministero che in Lombardia , forse per scellerata ignavia di consulenti tecnici e per incapacità e ignoranza didattica, che gravi omissioni possano essere fatte a danno della salute della popolazione.

C’è da sottolineare che in Italia alla data non c’è un docente di medicina che sia sia formato all’insegnamento- grave ritardo- se si ecettua un piccolo numero della Scuola Medica di Milano dell’Università Ambrosiana.

Il primo workshop di formazione è previsto per il 25 Luglio 2019 a Viareggio.

Informazioni sullo stesso blog e su

www.personcenteremedicineblog.wordpress.co

Questa situazione d’ignavia nella sanità pubblica si accompagna alla scellerata mancanza di previsione del fabbisogno dei medici italiani fatta dai Ministri passati del MIUR, Giannini e Fedele, per cui il paese è rimasto in stato di carenza. Questi effetti pagati dalla popolazione sono anche il frutto di un sistema universitario statalista e centralizzato e dell’ammissione a medicina con test che non selezionano le persone idonee all’arte.

Informazioni sul sistema universitario italiano nel blog.

 

 

 

 

DECEDUTO IL CARD. ELIO SGRECCIA

Il card. Elio Scgeccia, già presidente della Pontificia Accademia della vita è deceduto il 5 Giugno 2019

Questo il telegramma di Papa Francesco:

“Ricordo con animo grato il suo generoso servizio alla Chiesa, specialmente la preziosa e solerte opera in difesa del fondamentale valore della vita umana, mediante una capillare azione di studio, di formazione e di evangelizzazione”. Così, in un telegramma a sua firma inviato alla nipote Palma Sgreccia, docente di Bioetica presso la Pontificia Università Lateranense, Papa Francesco ricorda il cardinale Elio Sgreccia, presidente emerito della Pontificia Accademia per la Vita, originario della provincia di Ancona, spentosi questa mattina, che il 6 giugno avrebbe compiuti 91 anni”

(da Vatican news)

L’Università Ambrosiane e il suo Rettore : prof Giuseppe R.Brera, lo ricordano con rimpianto e affetto.

Il cardinale Elio Scgeccia, aveva fatto una delle relazione introduttive al I° Congresso Internazionale di Adolescentologia tenutosi il 23-24 Ottobre 1993 ad Assisi.

I

PER UNA SANITA PUBBLICA CENTRATA SULLA PERSONA: IL CAMBIAMENTO DI PARADIGMA

 

 

       

La Scuola medica di Milano e la “Person Centered Medicine International Academy” il 25 Luglio ore 10 presso Villa Argentina , Via Vespucci 46 , Viareggio (Lucca)  promuovono uno workshop per gli amministratori pubblici  sul tema

PER UNA SANITA’PUBBLICA CENTRATA SULLA PERSONA:

IL CAMBIAMENTO DI PARADIGMA

Medical science and health paradigm change.


 La necessità della formazione alla Medicina centrata sulla persona del personale sanitario e dei docenti in Medicina, alla luce del cambiamento di paradigma della scienza medica e della “Medical Education” : l’impressionante risparmio di sofferenze e spese sanitarie”    

tenuto dal prof. Giuseppe R.Brera (1)

Registrazioni

segrgen@unambro.it

accrediti stampa

scuolamedicamilano@unambro.it

www.healthparadigmchange.it

www.personcenteredmedicineblog.wordpress.com

lo workshop è tenuto in lingua italiana 

(1) Direttore della Scuola Medica di Milano –Presidente Società Italiana di Adolescentologia e Medicina dell’Adolescenza, Director Person -centered medicine International Academy, Secretary of the World Committee of the World Health Charter

IDENTIFICATE DUE GRAVI SINDROMI CLINICHE POST VACCINAZIONE ESAVALENTE

 

 

 

Il prof. Giuseppe R.Brera, direttore della Scuola medica di Milano, ha pubblicato sul Giornale Italiano di Adolescentologia e di Medicina dell’adolescenza della SIAd  una review in cui in modo inconfutabile appare l’esistenza di una sindrome che porta a morte improvvisa, per cause ancora solo ipotizzabili,  bambini sottoposti obbligatoriamente a vaccinazione esavalente. La sindrome è stata denominata  : “Post Hexavalent Sudden Infant Death Syndrome” (PHVSDS). L’altra sindrome identificata e la Sindrome autoimmune postvaccinale da minerali adiuvanti denominata ASIA Syndrome, (PVAS) .

Alla luce delle Sindromi, la Vaccinazione esavalente appare un “Roulette russa”.

Alla luce dei risultati della Review  che evidenzia lavori pubblicati prima della promulgazione della legge Lorenzin, la SIAd ha presentato ua denuncia  contro ignoti per strage e un esposto contro i vertici della sanità italiana, chiedendone le dimissioni. I vertici scientifici CSS -ISS-AIFA avrebbero dovuto essere a conoscenza della pericolosità per la vita dei bambini della vaccinazione esavalente.

per richiedere una copia del giornale con la review scrivere a: dipedit@unambro.it  (Dip editoriale)

 

 

SCIOLTO IL CONSIGLIO SUPERIORE DELLA SANITA

 

Il Consiglio superiore della sanità è stato sciolto dal Ministro Giulia Grillo.

La Società Italiana di Adolescentologia e di Medicina ne aveva chiesto lo scioglimento alla luce delle gravi omissioni riscontrate in materia della legge vaccinale detta “Lorenzin” introducente l’obbligo alla vaccinazione esavalente per un totale di 27 vaccini inoculati in un bambino prima dell’anno di vita  A questo motivo si è aggiunta la mancata introduzione nel sistema sanitario italiano della Medicina centrata sulla persona.  la SIAd aveva chiesto inoltre le dimissioni del Presidente e del Direttore dell’Istituto Superiore della Sanità.

 

Vedere sul blog l’esposto della SIAd in materia